Il 21 giugno 2019, Madeline Werthschulte, ricercatrice presso l’Università di Muenster, presenterà i risultati della ricerca del progetto ENABLE.EU al Friday Lunch Meeting del Climate Economics Chair dell’Università Paris-Dauphine. Lo studio presentato, “Costo errato e consumo di energia”, è stato svolto in collaborazione con Andreas Löschel, professore all’Università di Münster. Lo scopo dello studio è analizzare in che misura le percezioni errate dei costi energetici possano prevedere il consumo energetico delle famiglie. L’attenzione si concentra su due tipi di percezioni errate: in primo luogo, l’attualizzazione dei costi energetici futuri e in secondo luogo, l’incertezza dei prezzi dell’energia. Eseguendo un esperimento sul campo dell’artefatto con un campione rappresentativo di 711 partecipanti, i ricercatori hanno raccolto misure incentivate di queste due percezioni errate e osservato il consumo di elettricità rilevato dai partecipanti. La scoperta principale è che i partecipanti con pregiudizi presenti consumino in media il 9% in più di elettricità rispetto ai partecipanti con sconti coerenti nel tempo. I risultati suggeriscono inoltre che né il vero prezzo marginale dell’elettricità né il prezzo marginale previsto dell’elettricità possono prevedere il consumo di energia elettrica. Nel loro insieme, ciò solleva dubbi sull’efficacia delle politiche classiche basate sui prezzi nella riduzione del consumo di elettricità per le famiglie.

Per saperne di più

Maggiori informazioni su ENABLE.EU

La strategia quadro dell’unione energetica, presentata il 25 febbraio 2015, ha abbracciato una transizione energetica orientata ai cittadini basata su una trasformazione a basso tenore del carbonio del sistema energetico. Il successo del pilastro di transizione energetica nell’Unione dell’energia dipenderà dall’accettabilità sociale delle riforme necessarie e dall’impegno pubblico di concettualizzare, pianificare e attuare transizioni di energia a basse emissioni di carbonio. Il progetto ENABLE.EU punterà a definire le determinanti chiave delle scelte di energia individuale e collettiva in tre settori chiave di consumo – trasporto, riscaldamento e raffreddamento e energia elettrica – e nel passaggio al consumo (iniziative guidate dagli utenti della produzione e del commercio di energia decentrata ). Il progetto esaminerà anche le interrelazioni tra scelte energetiche individuali e collettive e il loro impatto sulle decisioni regolamentari, tecnologiche e di investimento. L’analisi sarà basata su indagini domestiche e aziendali nazionali in 11 paesi, nonché studi di casi comparativi basati sull’ambito della ricerca.

Questo progetto ha ricevuto un finanziamento dal programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 dell’Unione europea con grant numero 727524.