Alla settimana dell’UE per l’energia sostenibile, ENABLE.EU parteciperà a una sessione su “Come pensano i consumatori? Migliori pratiche e strumenti”, che si terrà giovedì 20 giugno, dalle 9:00 alle 10:30. Questa sessione è organizzata in collaborazione con ESMIG, che rappresenta i fornitori di soluzioni europee per l’energia intelligente e il progetto H2020 START2ACT, che punta a comportamenti più sostenibili presso le start-up e le PMI.

ENABLE.EU sarà rappresentata da Karina Standal di CICERO e Thomas Pellerin-Carlin dell’Istituto Jacques Delors. La prima parte della sessione EUSEW articolerà i risultati del progetto relativi ai comportamenti dei consumatori e dei prosumer. Karina presenterà la nostra ricerca su come le famiglie decidono di diventare prosumer e quale ruolo riveste il genere in questa decisione e nell’uso dei PV solari. In una seconda parte della sessione, Thomas Pellerin-Carlin modererà una sessione di panel sui migliori strumenti e pratiche che possono essere utilizzate per aiutare i consumatori ad adottare comportamenti più sostenibili.

Maggiori informazioni

Maggiori informazioni su ENABLE.EU

La strategia quadro dell’unione energetica, presentata il 25 febbraio 2015, ha abbracciato una transizione energetica orientata ai cittadini basata su una trasformazione a basso tenore del carbonio del sistema energetico. Il successo del pilastro di transizione energetica nell’Unione dell’energia dipenderà dall’accettabilità sociale delle riforme necessarie e dall’impegno pubblico di concettualizzare, pianificare e attuare transizioni di energia a basse emissioni di carbonio. Il progetto ENABLE.EU punterà a definire le determinanti chiave delle scelte di energia individuale e collettiva in tre settori chiave di consumo – trasporto, riscaldamento e raffreddamento e energia elettrica – e nel passaggio al consumo (iniziative guidate dagli utenti della produzione e del commercio di energia decentrata ). Il progetto esaminerà anche le interrelazioni tra scelte energetiche individuali e collettive e il loro impatto sulle decisioni regolamentari, tecnologiche e di investimento. L’analisi sarà basata su indagini domestiche e aziendali nazionali in 11 paesi, nonché studi di casi comparativi basati sull’ambito della ricerca.

Questo progetto ha ricevuto un finanziamento dal programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 dell’Unione europea con grant numero 727524.