Rare 2030 negative wild cards

Nell’ottobre 2019, il progetto Rare 2030 ha individuato possibili “Wild Cards”, eventi dirompenti che non si verificheranno, ma che in tal caso potrebbero avere un forte impatto. La malattia epidemica e la crisi economica sono state menzionate come due possibilità, ma non immaginavamo che entrambi i “Wild Cards” avrebbero sconvolto in modo significativo le nostre società solo pochi mesi dopo. La domanda ora è: in che modo queste due minacce influenzeranno l’assistenza sanitaria, il trattamento e la cura delle malattie rare?

ISINNOVA ha scritto un articolo per il progetto che illustra le conseguenze della pandemia COVID 19 in quattro aree diverse – un paesaggio geopolitico in evoluzione, una maggiore collaborazione scientifica, tecnologie ICT e teleassistenza, un nuovo senso di responsabilità collettiva – e mette in evidenza le opportunità e i rischi che queste potrebbero portare.

Maggiori informazioni su Rare 2030

Rare 2030 è uno studio di previsione biennale, che utilizza un approccio partecipativo per identificare i fattori di cambiamento più rilevanti nel settore, anticipare la loro influenza nel prossimo decennio attraverso lo sviluppo di scenari e proporre raccomandazioni politiche che portino a un futuro migliore per le persone che vivono con malattie rare (RD).

*Rare 2030 è cofinanziato dal programma di progetti pilota e azioni preparatorie dell’Unione europea (2014-2020), come progetto pilota PP-1-2-2018-Rare 2030.